Confronto mutuo: mutui a tasso zero, cosa sono, come richiederli, migliori offerte

270

In questo periodo di instabilità economica molto spesso può capitare di dubitare sulla possibilità di aprire un mutuo. Specialmente per coloro che hanno figli, o si trovano in condizioni economiche meno favorevoli, aprire un mutuo potrebbe essere l’unico modo per investire in una nuova attività e migliorare le proprie condizioni economiche. Nonostante l’utilità dei mutui sono molti gli utenti che non possono sostenere il peso degli interessi che i mutui portano con sè. Fortunatamente per gli utenti meno abbienti dal 2019 esiste un tipo di mutuo che non prevede alcun tasso di interesse.

Ovviamente richiedere questo tipo di servizio non è semplice e, purtroppo, sono pochi gli utenti che possono accedervi ma nella guida di oggi abbiamo deciso di parlarvi in modo approfondito dei mutui a tasso zero: vedremo che cosa sono, come possono essere richiesti e quali sono le condizioni fondamentali per ottenerne uno. Se siete interessati nella stipulazione di un contratto per un mutuo a tasso zero, vi suggeriamo di leggere la nostra guida di oggi fino alla fine! 

Che cosa sono i tassi di interesse e cos’è il tasso 0

Il tasso di interesse è una percentuale che viene imposta su ogni rata di un mutuo. Il tasso rappresenta il guadagno della banca o della finanziaria che fornisce il mutuo. Data la lunghezza dei saldi dei mutui, che possono richiedere tempi di ammortamento fino a venti anni, è facile capire come, ogni mese, quel quattro o cinque percento di interessi possa accumularsi in una spesa consistente.

Ovviamente le banche e le finanziarie non offrirebbero i mutui se non potessero guadagnarci qualcosa, per cui, perchè esistono i tassi zero?

Il tasso zero è stato introdotto nel 2019 da una legge chiamata “pacchetto sud” che aveva, e ha, l’obiettivo di agevolare l’acquisto di prime case e terreni da coltivare per coloro che non possiedono denaro sufficiente a migliorare la propria situazione economica.

Dal 2019 ad oggi sono molte le persone che hanno sfruttato questo speciale bonus per poter aprire piccole attività agricole altri tipi di startup. Ciò nonostante i requisiti per poter usufruire del mutuo a tasso zero sono rigidissimi. Nella prossima sezione della guida vedremo quali sono questi requisiti.

I requisiti per richiedere un mutuo a tasso zero

I mutui a tasso zero sono stati pensati come aiuti per una particolare porzione di popolazione ed i requisiti per richiedere questo tipo di contratto fanno sì che non tutti possano accedervi. Vediamo nel dettaglio i rigidi requisiti del mutuo a tasso zero.

I destinatari devono essere coppie con due figli. Il mutuo a tasso zero è pensato per aiutare le famiglie in difficoltà e per favorire la nascita di piccole imprese e startup a conduzione familiare. Per questo motivo solo chi può provare di avere due figli a carico può richiedere il mutuo.

Volontà dichiarata di avere un terzo figlio nei tre anni successivi. Come detto per la sezione precedente, questo tipo di “bonus” è diretto verso le famiglie di medie e grandi dimensioni.

Possibilità di coltivare un terreno. Come già detto in precedenza il mutuo a tasso zero è da destinarsi interamente in una prima casa o in un terreno agricolo. La famiglia che richiede il mutuo a tasso zero deve dimostrare di poter coltivare un terreno.

Per le startup: anche se i requisiti scritti in precedenza sono da applicare a tutti coloro che vogliono richiedere un mutuo a tasso zero, è importante ricordare a tutti i nostri utenti che le startup (pur non rientrando nei requisiti sopra elencati) possono rientrare nei potenziali richiedenti di un mutuo a tasso zero. Per maggiori informazioni consigliamo di informarsi presso il sito della banca o della finanziaria di preferenza, oppure prenotare un colloquio di consulenza presso la compagnia. 

In alternativa ai mutui a tasso zero

I mutui a tasso zero presentano uno sbarramento molto importante per quanto riguarda i requisiti e per questo motivo crediamo che una buona parte della nostra utenza, per quanto allettata dall’idea, non possa richiedere un mutuo a tasso zero. 

Se si vuole risparmiare con i mutui, fortunatamente, esistono delle soluzioni alternative, ovviamente nessuna vantaggiosa come il tasso zero ma comunque valide. Esistono, ad esempio, dei mutui a tasso fisso dell’1 per cento. Il tasso fisso non potrà mai cambiare, nemmeno se i mercati dovessero entrare in crisi e la banca dovesse andare in perdita: la sicurezza del tasso fisso è impareggiabile e, con le giuste offerte, è possibile firmare contratti per mutui con tassi fissi molto bassi. Anche in questo caso sarà possibile richiedere grandi somme di denaro per comprare prime abitazioni, terreni agricoli o altri beni a lunga durata. La differenza principale è che questo tipo di mutui richiede delle garanzie ma non ha dei requisiti così rigidi.

Anche il tasso variabile potrebbe permette di risparmiare: iniziare il mutuo in un periodo di stabilità economica potrebbe portare a tassi decisamente bassi. Il lato negativo di questa scelta è, ovviamente, l’incertezza nel futuro: se un giorno i mercati dovessero entrare in crisi, allora il tasso del mutuo salirebbe moltissimo. Detto questo, per mutui dal numero minore di rate e, quindi, dalla durata ridotta, il tasso variabile potrebbe essere perfetto per risparmiare.

Per risparmiare sui mutui vi consigliamo di: 
  • Comparare le offerte con gli appositi strumenti che possono essere trovati online.
  • Simulare le rate del mutuo e calcolare gli importi.
  • Richiedere preventivi a più compagnie differenti.

Detto questo possiamo ritenere conclusa la nostra guida completa con tutto quello che c’è da sapere sui mutui a tasso zero, speriamo di aver risposto a tutte le vostre domande e di aver chiarito il più possibile le idee sul funzionamento e sulle condizioni per ottenere questo tipo di contratto. Se per caso non doveste rientrare entro i rigidi requisiti necessari per avere un mutuo a tasso zero, vi consigliamo di dare un’occhiata al nostro blog dove abbiamo parlato in maniera approfondita di quasi tutte le tipologie di mutuo esistenti: sicuramente troverete quello che fa al caso vostro! Vi ringraziamo per aver letto il nostro articolo e ci auguriamo di rivedervi presto.