Confronto mutuo: richiedere il prestito per terreno agricolo

Indice dei contenuti

Oggi nel mercato economico, compreso anche quello on-line, ci sono delle soluzioni di finanziamenti che sono studiati e pensati appositamente per soddisfare le esigenze di tutti coloro che lavorano e operano nel settore dell’agricoltura. Si tratta in buona sostanza di finanziamenti di tipo finalizzato. Questo significa quindi che sono diversi rispetto ai prestiti personali classici.

La differenza principale tra queste due tipologie di finanziamenti riguarda principalmente la finalità di utilizzo del prestito stesso. Da una parte, il prestito personale classico può essere di tipo non finalizzato, e quindi il denaro non è vincolato all’acquisto di un bene o di un servizio specifico. Questo non vale invece per i finanziamenti agricoli e in particolare per i prestiti per terreni agricoli. Questa guida ti aiuta a capire quali sono le migliori soluzioni sui mutui per i terreni agricoli, chi può richiederli e quali sono le loro principali caratteristiche.

Prestiti per terreni agricoli: cosa sono?

I prestiti per terreni agricoli sono dei prestiti che sono erogati oggi dalla maggior parte dei principali istituti di credito e anche da alcune casse rurali. Occorre presentare una documentazione che attesti la propria attività lavorativa e di requisiti considerati indispensabili per ottenere il finanziamento richiesto. Si tratta in buona sostanza di prestiti che sono utili per l’acquisto di un terreno agricolo, così come per far fronte a degli investimenti costosi. Possono servire anche per consolidare il proprio debito o migliorare l’aspetto e le funzionalità del proprio terreno agricolo.

Oggi i mutui sono delle forme di prestito che possono essere utilizzati quindi anche per l’acquisizione di un terreno agricolo. Sul mercato esistono diverse tipologie di mutui e prestiti per i terreni agricoli, tra i quali troviamo quelli ipotecari e quelli invece non ipotecari.

Prestiti ipotecari e non ipotecari: qual è il migliore?

I prestiti per terreni agricoli ipotecari sono dei prestiti che possono essere utili per l’acquisto di uno o di più terreni agricoli. Grazie a questi finanziamenti, hai la possibilità di ottenere quindi un capitale abbastanza elevato nel momento in cui sottoscrivi il contratto di prestito. Più elevata è naturalmente la liquidità necessaria per la sottoscrizione del contratto, più la necessità di un’ipoteca sul proprio terreno sarà marcata. L’ipoteca infatti rappresenta una tutela e una garanzia economica per rassicurare la banca o la società di credito che eroga questi finanziamenti sul recupero regolare e puntuale del capitale erogato.

L’ipoteca può essere quindi una tutela economica particolarmente utile in caso di insolvenza nel pagamento delle rate mensili da parte del beneficiario del prestito. I prestiti non ipotecari invece sono sempre finalizzati all’acquisto di uno più terreni agricoli. Tuttavia, in questo caso non è prevista un’ipoteca su un terreno o su più terreni agricoli. Naturalmente, il fatto che si tratta di mutui non ipotecari indica il fatto che sono dei finanziamenti che non consentono di ottenere delle somme di denaro che sono superiori ai 30.000 € circa. Più naturalmente le somme di denaro richieste sono elevate, più la necessità di sottoscrivere un’ipoteca su un terreno agricolo sarà maggiore e più evidente.

La somma di denaro che si riceve può essere rimborsata secondo un piano di ammortamento che di solito, per quanto riguarda i mutui non ipotecari, non è superiore ai 5 anni. Inoltre, il mutuo non ipotecario è una forma di credito che permette di erogare solo un capitale abbastanza ridotto e contenuto per l’acquisto di un terreno. Ricorda che il suo rimborso deve avvenire in tempi abbastanza brevi. La scelta della tipologia di mutuo più adatta per sé dipende principalmente dalle proprie esigenze e dal capitale che si ha la necessità di richiedere per acquistare un appezzamento di terra.

Finanziamenti agricoli a fondo perduto

I finanziamenti agricoli a fondo perduto sono uno tra i diversi incentivi economici che sono rivolti a coloro che operano nel settore dell’agricoltura. Quelli sicuramente considerati migliori sono quelli a fondo perduto. Di solito, per l’assegnazione di questi prestiti vengono pubblicati dei bandi appositi. È possibile accedere a questi bandi semplicemente presentando la propria domanda on-line. Solitamente, occorre presentare anche il proprio business plan, oppure presentare altri documenti che ci vengono richiesti da banche e finanziarie.

In particolare, ci sono delle agevolazioni e gli incentivi economici che sono rivolti ad esempio a chi opera nel settore agricolo in regioni del meridione. Se desiderate accedere ai finanziamenti agricoli a fondo perduto che prevedono l’applicazione di tassi di interesse agevolati, il consiglio è quello di fare delle ricerche on-line. In questo modo, potete capire se la vostra regione ha dei bandi attivi. Per quanto riguarda la partecipazione a questi bandi, a seconda delle proprie esigenze e delle proprie necessità economiche, tutti i soggetti hanno la possibilità di richiedere dei finanziamenti e dei mutui agrari. Questi prestiti possono essere utilizzati quindi per l’acquisizione di terreni agricoli.

Caratteristiche e costi

Ci sono delle caratteristiche molto importanti da tenere in conto per quanto riguarda i mutui per l’acquisto di terreni agricoli, definiti spesso anche mutui agrari. Le finalità di utilizzo di questi prestiti possono essere diverse in base alla soluzione per la quale si opta. Possono essere utilizzati quindi per la ristrutturazione delle proprie strutture agricole, così come anche per l’acquisto di un nuovo terreno. In tutti i casi, devono essere utilizzati comunque in ambito agricolo.

Tra le principali garanzie economiche che devono essere dimostrate per ottenere questi mutui, di solito troviamo l’ipoteca sul terreno o su un immobile che non sia però di tipo abitativo. Tuttavia, possono essere richieste anche altre tipologie di garanzie a discrezione della banca o della finanziaria alla quale ci si rivolge. Ad esempio, possono essere richiesti dei pegni in denaro, oppure delle polizze di assicurazione specifiche . Nel momento in cui si accede a questi tipi di mutui, occorre stare molto attenti per essere in grado di risparmiare sulle spese del notaio.

Si tratta di spese che possono essere utili per tutti gli individui, soprattutto per chi richiede dei finanziamenti a medio termine. Inoltre, grazie a questi prestiti puoi usufruire di tassi di interesse che sono decisamente più bassi rispetto a quelli previsti invece per i mutui di tipo tradizionale. Questi finanziamenti possono essere ideali non solo per chi lavora da diverso tempo in ambito agricolo, ma anche ad esempio per i giovani agricoltori che non hanno la liquidità necessaria per l’acquisto di un nuovo terreno agricolo, oppure per avviare la propria attività agricola.

Come scegliere il prestito agricolo migliore

Prima di scegliere la soluzione di mutuo per l’acquisto di un terreno agricolo che pensi sia ideale per te, sicuramente devi valutare diversi aspetti. Tra questi aspetti troviamo soprattutto ad esempio quelli relativi agli importi che ci vengono concessi. Di solito, i mutui per l’acquisto di terreni agricoli di tipo ipotecario permettono di erogare delle somme di denaro maggiori. Tuttavia, l’ipoteca rappresenta sempre un rischio per il beneficiario del prestito. In caso di insolvenza infatti, il rischio è quello di perdere il bene che è stato messo ad ipoteca, che in certi casi può essere il terreno agricolo stesso.

Inoltre, in caso di insolvenza si verrebbe bollati come cattivi pagatori o soggetti protestati. In caso di mancato pagamento di una o più rate mensili, se non hai la necessità di richiedere delle somme di denaro particolarmente elevate, sicuramente i mutui agricoli non ipotecari sono quelli perfetti per te. Inoltre, devi considerare anche le condizioni e i tassi di interesse applicati a questi mutui. I tassi di interesse non possono essere troppo elevati, pena la perdita della reale convenienza economica dei mutui stessi.