Confronto mutuo: richiedere prestito per i vigili del fuoco, spiegazione e caratteristiche dei finanziamenti,

Indice dei contenuti

Se siete vigili del fuoco, potete accedere a diverse forme di finanziamenti particolarmente agevolati, dato che dipendete dal Ministero dell’Interno. I finanziamenti vengono concessi sia sotto forma di agevolazioni e sia sotto forma di convenzioni, ma in ogni caso sono numerosi e variegati.

Anche per quanto riguarda la richiesta mutui per vigili del fuoco, le soluzioni sono molteplici. Avrete la possibilità di ottenerli tramite domanda a qualsiasi ente finanziario convenzionato in territorio locale o nazionale. In quest’ultimo caso, l’ente a cui fare riferimento è l’Inps ex Inpdap.

All’interno di questa guida parleremo delle caratteristiche dei mutui per vigili del fuoco e di come richiederli.

Agevolazioni nazionali mutui per vigile del fuoco

I mutui per vigili del fuoco con agevolazioni nazionali possono essere richiesti spesso anche dai vostri familiari e potete ottenerli indipendentemente dal vostro luogo di residenza e di servizio.

Le agevolazioni nazionali si applicano in particolare alle seguenti tipologie di mutui per vigili del fuoco:

  • Il mutuo Inps ex Inpdap
  • I mutui derivanti da convenzioni tra il gruppo dei Vigili del fuoco e gli istituti di credito italiani
  • I mutui in convenzione tra i gruppi bancari e il Ministero dell’Interno

Come vedete, i mutui rivolti direttamente ai Vigili del fuoco sono quelli che prevedono delle convenzioni con lo stesso corpo. Tutti gli altri, si rivolgono a tutti i dipendenti del Ministero dell’Interno, quindi non in particolare ai Vigili del fuoco ma anche ad essi.

Per accedere ai mutui Inps ex Inpdap, poi, è necessario possedere dei requisiti ben precisi, come vedremo di seguito.

I mutui Inps ex Inpdap

Per fare richiesta mutui per Vigili del fuoco Inps ex Inpdap, dovete essere iscritti al Fondo Unitario e pagare i contributi da almeno un anno. Ricordiamo che l’iscrizione al Fondo non è obbligatoria, per cui non è detto che, al momento della domanda per un mutuo agevolato, possediate tale requisito.

Se non vi è urgenza di ottenere della liquidità ma avete un progetto futuro, potete effettuare l’iscrizione e approfittare delle agevolazioni allo scadere di un anno dall’inizio del pagamento dei contributi, che verranno trattenuti mensilmente dal vostro stipendio.

La domanda per ottenere un mutuo Inps ex Inpdap può essere inoltrata solo in un periodo dell’anno, ovvero dal 15 gennaio al 10 ottobre. Potete richiedere un mutuo scegliendo la tipologia del tasso di interesse che volete venga applicata, ovvero tasso fisso o variabile.

L’importo richiedibile varia in base alle finalità del mutuo, ovvero:

  • Massimo 300.000 euro per l’acquisto o la costruzione di un immobile
  • Massimo 150.000 euro per la ristrutturazione edilizia
  • Massimo 75.000 euro per la costruzione o l’acquisto di un box pertinente alla vostra abitazione principale
  • Massimo 100.000 euro per un mutuo per corsi
Facendo richiesta mutui per Vigili del fuoco Inps ex Inpdap, verrete inseriti in una graduatoria, per cui le domande verranno lavorate in base al loro ordine di arrivo. Se siete troppo in basso nella graduatoria, potrebbe succedere che i fondi finiscano e di conseguenza non vi sarà più disponibilità per concedervi la possibilità di ottenere il mutuo.

Il consiglio, quindi, è quello di inoltrare la domanda il prima possibile nell’arco di tempo concesso (da gennaio ad ottobre di ogni anno).

L’iscrizione al Fondo Unitario delle Prestazioni Creditizie e Sociali, inoltre, vi dà la possibilità di richiedere un prestito per acquistare o ristrutturare alcune tipologie particolari di abitazioni, come ad esempio le ex case popolari.

In questo caso non si tratta di un vero e proprio mutuo bensì di un prestito pluriennale diretto. Non è vantaggioso come un mutuo, ma comunque ha dei tassi di interessi inferiori rispetto ai classici prestiti con simili finalità.

Mutui convenzionati con il Ministero dell’Interno

Banche e finanziarie stipulano frequentemente delle convenzioni con i Ministeri, le cui agevolazioni si applicano a tutti i loro dipendenti. Potete quindi anche voi accedere ai vantaggi a voi destinati in quanto lavoratori presso il Ministero dell’Interno.

Dovrete solo fare una ricerca degli istituti bancari convenzionati, esibire il vostro tesserino di servizio o l’attestato e richiedere la documentazione relativa alle condizioni dei prodotti finanziari a voi dedicati.

Un consiglio: gli istituti di credito, pur se convenzionati con il Ministero e quindi erogano mutui particolarmente agevolati, possono comunque scegliere di applicare diversi tassi di interesse, sempre rimanendo all’interno di un range concordato precedentemente. È quindi consigliabile richiedere diversi preventivi, in modo che scegliate il prodotto finanziario che vi permette di ottenere la maggiore convenienza.

I mutui con convenzioni dirette

Queste tipologie di mutui non sono destinate a tutti i dipendenti del Ministero dell’Interno ma in particolare ai Vigili del Fuoco in attività, ai pensionati e ai loro familiari, pur se in qualche caso l’accesso ai parenti è limitato alla presentazione di requisiti restrittivi.

Anche in questo caso, potete richiedere un mutuo convenzionato diretto presso la vostra o altra banca, oppure a una finanziaria, sempre che abbiano stipulato precedentemente degli accordi con il gruppo dei Vigili del fuoco.

I mutui con accordi locali

Se prestate servizio in un comune esteso o in una grande caserma, avete più possibilità di trovare nel vostro territorio delle offerte di mutui convenzionati con gli enti locali di appartenenza (comuni, regioni…).

In questo caso, dovrete rivolgervi al referente di un ente o controllare periodicamente i siti web ufficiali, per sapere se sono previste particolari agevolazioni sui mutui a voi dedicate.

Conclusioni

In questa guida vi abbiamo mostrato le tipologie di mutui per Vigili del fuoco con particolari agevolazioni a voi dedicate. Non dimenticate, però, che potete fare richiesta di mutui per Vigili del fuoco anche non tenendo in considerazione queste tipologie, nel senso che, recandovi presso una banca o una finanziaria, potete avere accesso a qualsiasi altra tipologia.

Essendo dipendenti statali e percependo una busta paga, infatti, non dovreste avere difficoltà ad accedere a qualsiasi prodotto finanziario, sempre in presenza dei requisiti necessari richiesti di volta in volta dagli istituti di credito.

In particolare, dovrete dimostrare di avere un’ottima posizione creditizia, ovvero essere in regola con il pagamento delle rate di precedenti finanziamenti e quindi non risultare cattivi pagatori e, in alcuni casi, possedere una parte di liquidità, che in alcuni mutui deve essere anticipata.

Rivolgendovi a un consulente finanziario, potrete scegliere il prodotto che più risponde alle vostre esigenze e che vi permette di ottenere il massimo dei vantaggi e della convenienza.